Finalità dei Corsi

Corsi triennali di diploma accademico di I° Livello

Analisi dei bisogni formativi

Il diploma accademico triennale di primo livello è incentrato principalmente sulla didattica strumentale intesa come apprendimento di abilità esecutive e/o compositive, di risoluzione di problemi tecnici, di organizzazione e strutturazione del materiale musicale. Tutto è finalizzato alla valorizzazione dell’espressione artistica dello studente e della sua personale elaborazione creativa. Per questo motivo i corsi SJU intendono valorizzare principalmente lo sviluppo delle capacità tecnico-strumentali e le necessarie conoscenze armoniche, compositive e improvvisative, viste come elementi essenziali della formazione professionale e artistica del musicista e dello sviluppo della propria creatività. Il Triennio consente il raggiungimento di competenze e abilità che permettano di accedere al mondo del lavoro con una preparazione adeguata ed in linea con gli standard europei.

Il triennio prevede:

  • l’introduzione di un sistema di crediti e debiti formativi sul modello di quelli previsti dall’ordinamento universitario;
  • lo svolgimento di una prova finale al termine di tutti gli esami.

L’articolazione dei corsi ed i programmi d’esame potranno essere soggetti a successive revisioni critiche e ad eventuali aggiornamenti, a seguito dell’esperienza maturata e delle eventuali innovazioni normative e regolamentari subentrate dopo l’attivazione dei corsi.

Profilo professionale e sbocchi occupazionali

L’acquisizione del Diploma accademico consente l’accesso ai corsi di diploma di II livello, di perfezionamento e specializzazione. Consente inoltre un profilo altamente qualificato in professioni artistiche come:

  • Concertista in piccoli, medi e grandi organici orchestrali;
  • Compositore, arrangiatore per piccole e medie formazioni orchestrali;
  • Impiego nella pubblica amministrazione (titolo equiparato a laurea di I livello);
  • Insegnante di discipline musicali in scuole non professionali;
  • Insegnante di discipline musicali in scuole professionali;
  • Operatore musicale di buon profilo artistico-professionale;
  • Strumentista d’orchestra;
  • Strumentista in formazioni cameristiche;
  • Turnista presso studi di registrazione discografici, radiofonici, televisivi, ecc.;
  • Responsabile musicale presso reti televisive e radiofoniche;
  • Assistente musicale presso studi di registrazione e post-produzione;
  • Revisore di pubblicazioni musicali presso case editrici;
  • Tutto quanto sia possibile svolgere e creare con le competenze, le abilità e la sensibilità artistica acquisite durante il corso.

Finalità

Sono stati individuati una serie di punti essenziali riconducibili per comodità in competenze professionali e competenze trasversali, cioè:

  • Competenze professionali Acquisire le competenze stilistiche, strumentali ed analitiche sul repertorio jazzistico; acquisire gli aspetti creativi e professionali delle varie tecniche del linguaggio e dell’improvvisazione; acquisire le principali tecniche strumentali relative a differenti stili, organici ed epoche.
  • Competenze trasversali Saper valutare la propria collocazione in un contesto esecutivo e la propria performance; saper analizzare le diverse situazioni che si determinano nell’espletamento dei compiti principali ed accessori della propria professione.

Obiettivi

Sviluppare nei musicisti un’adeguata padronanza delle capacità artistiche e delle tecniche di progettazione necessarie per valorizzare la loro creatività mediante il corretto utilizzo delle tecniche d’improvvisazione.